larva di crittolemo , predatore naturale della cocciniglia del pino

Febbre da … coccinella!

Riccardo Paganini (forestale, smarTrees srl)

Battaglioni di coccinelle per combattere la cocciniglia del pino. Un po’ ovunque sono fiorite iniziative autofinanziate per liberare coccinelle sui pini di Roma.

Affinché questi sforzi non risultino vani, già dopo poche settimane, sarebbe però importante agire solo dopo aver studiato meglio il comportamento di questi predatori naturali, e solo dopo aver verificato la loro reale efficacia sul parassita specifico.

Le coccinelle sono, ormai lo sanno quasi tutti, predatori accaniti soprattutto di afidi e cocciniglie, ma così come a noi esseri umani piacciono alcuni piatti piuttosto di altri, anche loro si specializzano per predare preferibilmente solo alcuni parassiti. Si adattano a mangiare molti parassiti, ma prediligono e ricercano preferibilmente solo alcune specie di insetti. Si corre il rischio quindi di fare affidamento su insetti che una volta liberati rivolgeranno la loro attenzione verso altri obbiettivi.

Inoltre usare insetti predatori provenienti da altri areali non garantisce sulla loro adattabilità al nostro clima.

Ecco che allora si è già iniziata a fare una certa selezione delle specie da impiegare, anche se molto dovrebbe essere ancora fatto. Basti ricordare ad esempio i gravi danni che sta causando l’introduzione incontrollata della coccinella arlecchino (Harmonia axyridis).

smarTrees, credendo fermamente nell’importanza della lotta biologica come arma complementare nella lotta alla cocciniglia, ha deciso di eseguire dei test in campo nell’ambito di progetti sperimentali di lotta già avviati.

Tasso predatorio, capacità di diffusione a partire dal punto di rilascio, capacità di sopravvivere e capacità di creare naturalmente nuove colonie anche dopo mesi dal rilascio, etc, sono solo alcuni dei test che abbiamo deciso di avviare. Per ora abbiamo messo sotto la lente crittolemo (Cryptolaemus montrouzieri) ed Exochomus (Exochomus quadripustulatus) e presto contribuiremo anche noi, nel nostro piccolo, fornendo informazioni operative sul loro impiego e sui risultati ottenibili.

Condividi questo articolo con un click:

WhatsApp
Facebook
LinkedIn
Twitter
Telegram
Se la cocciniglia del pino sta attaccando anche i tuoi alberi, lasciaci i tuoi dati.
Ti contatteremo per trovare insieme la soluzione più adatta alle esigenze dei tuoi pini!

Scrivici su WhatsApp per qualsiasi info!
Ti risponderemo il prima possibile.